Diario di classe: parlano le Girlschool!

girlschool logo

GIRLSCHOOL: INTERVISTA ESCLUSIVA A KIM McAULIFFE E JACKIE CHAMBERS •

Abbiamo incontrato le mitiche Girlschool, recentemente protagoniste di tre date infuocate sul suolo italico. Durante la loro “gita scolastica” in quel di Bologna, precisamente al Locomotiv Club (qui il report), Kim McAuliffe e Jackie Chambers ci hanno raccontato della loro intensa vita da rockers in questa simpatica intervista.

Ciao Jackie e bentornata in Italia. Partiamo dagli inizi:come è nata la tua passione per la musica?
JACKIE – Amavo la musica proprio come tutti, quando andavo a scuola, all’età di circa 13 anni, ci fu la rivoluzione del punk, era il 1977, c’era tutta quell’energia, quella ribellione, quell’emozione e mi catturò davvero molto. All’epoca non suonavo nessun tipo di strumento, ma sapevo che avrei voluto suonare per farne parte. A 17 anni presi la chitarra, volevo creare delle canzoni, volevo suonare. E’ iniziato tutto dal punk.

Hai cominciato con una chitarra quindi?
JACKIE – Sì, il primo strumento che ho suonato è stata una chitarra, a 17 anni. Volevo essere un’autrice di canzoni, volevo suonare e cantare allo stesso momento.

E i tuoi genitori avevano nulla in contrario?
JACKIE – Mio papà era un batterista, vendette la sua batteria per comprare l’anello di fidanzamento per mia mamma! Loro sono venuti a moltissimi dei miei concerti! Mio papà non c’è più, ma mia mamma ancora viene a qualche mio concerto!

Ricordi  ancora il tuo primo concerto in assoluto?
JACKIE – Oh sì me lo ricordo! (ride divertita) Ero letteralmente terrorizzata, mi bevvi mezza bottiglia di whiskey prima di suonare, e mi sorprende che me lo ricordi ancora! Il pubblico era di punk rockers e mentre io suonavo non facevano altro che sputare. Andavo sempre più indietro sul palco, ma mi sono ritrovata con la chitarra piena di sputi. Orribile! (ride)

E invece il tuo primo concerto con le Girlschool?
JACKIE – Mi sono unita a loro nel 1999, ed il mio primo concerto è stato nel 2000. Ero molto spaventata, perché ci furono subito interviste in radio, registrazioni perla TV, ed io ero terrorizzata per la prima esibizione davanti a tutte quelle persone! Il primo concerto con loro me ne stetti lì, al mio posto, molto concentrata. E’ passato molto tempo!

Quattro decadi di rock and roll per le Girlschool: avete sempre lo stesso spirito?
JACKIE – Assolutamente sì! Abbiamo ancora la stessa passione. Ancora vogliamo tutte fare musica, tutte amiamo la musica. Diciamo sempre che se tutto ciò non ci divertisse più, non ci piacesse più, allora sarebbe il momento di smettere.

Quale album ti rende in particolar modo orgogliosa?
JACKIE – “Believe” (pubblicato nel 2004 n.d.r.) perché è stato il mio primo full album e anche perché ho scritto la maggior parte della musica di questo disco.

L’ultimo album è “Guilty As Sin” del 2015: perché avete atteso sette anni dopo “Legacy”?
JACKIE – Nel mezzo abbiamo fatto “Hit And Run – Revisited” che è del 2011, quindi tre anni dopo “Legacy” che è del 2008, però in effetti non è un album con canzoni nuove. Ci abbiamo messo un po’ per fare un album con brani nuovi perché non sapevamo come continuare, su “Legacy” ci sono ospiti come Dio, Iommi, Lemmy, e tanti altri! Così tante persone! Ci siamo chieste come proseguire dopo un album come quello, e poi alla fine è venuto fuori da solo!

Ovviamente tu non ne facevi ancora parte, ma ero curioso di sapere come la band ha incontrato i Motörhead per la prima volta?
JACKIE – Lemmy voleva sentire la band suonare e le ha invitate. Le ha fatte suonare facendogli fare una prova, quando le ha sentite ha deciso di portarle in tour!

E’ noto a tutti come i Motörhead siano stati molto importanti nella vita delle Girlschool: un ricordo di Lemmy?
JACKIE – Sì è vero, sono stati molto importanti! Di ricordi di Lemmy ce ne sono tantissimi! L’altra sera abbiamo fatto uno show che abbiamo dedicato a Lemmy. Lui aveva un grande senso dell’umorismo. L’anno scorso, l’ultima volta che ci siamo incontrati, io ero sul palco a fare il soundcheck, e ci mettemmo a fare le gag di Monty Python! Conosceva quasi tutte le battute migliori di quel telefilm! (chiama Kim McAuliffe, le chiede di unirsi a noi per parlare della memoria di Lemmy e ricordarlo insieme)
JACKIE – Gli ho raccontato quando per la prima volta avete incontrato Lemmy.
KIM – La prima volta che ho incontrato Lemmy è stato 37 anni fa! Stava cercando una band che supportasse i Motöhead in tour, aveva sentito parlare di questa band di ragazze. Ci invitò a fare delle prove per ascoltarci ed immediatamente gli piacemmo. Noi eravamo spaventate da quello che ci attendeva, ma poi come sai il resto è storia!

Dato che ne sei parte da sempre, parliamo dei primi passi delle Girlschool: è stato difficile emergere per una band si sole ragazze nel mondo del rock?
KIM – Sì, ma era anche l’epoca del punk e iniziavano ad esserci molte ragazze sui palchi, magari non in particolare nel rock, ma ce n’erano. Dal momento in cui siamo andate in tour con i Motörhead, è stato come se avessimo trovato il posto giusto per noi, anche per quanto riguarda il nostro stile.

Una domanda che ho posto anche a Jackie: quale album ti rende particolarmente orgogliosa?
KIM – Sicuramente “Legacy”, anche perché ci sono tutti i miei eroi come ospiti! E poi sicuramente il primo, “Demolition”, perché è un sogno che si realizza: fare un album! Sono però orgogliosa di tutti gli album, è difficile scegliere quando ne fai tanti! (ride)

Immaginiamo che le Girlschool non esistano: che cosa avreste fatto nella vostra vita?(ridono divertite)
JACKIE – Sarei stata in prigione! (scherza ridendo)
KIM(ride) Oh sì probabilmente!

Il cantante di un altro gruppo mi ha risposto che avrebbe fatto il pompiere…
KIM & JACKIE – Il pompiere!?
KIM – Amo i pompieri!
JACKIE – Dai Kim, cosa avresti fatto?
KIM – Sarei stata comunque in una band.
JACKIE – Anch’ io, per me è lo stesso.

Quindi la musica è la vostra vita!
KIM & JACKIE – Sì, esattamente.
KIM – Io amo gli animali, magari avrei fatto qualcosa che ha a che fare con gli animali, magari allo zoo. Mi piacerebbe lavorare allo zoo (Jackie ride).

Secondo voi qual è la canzone che il pubblico si aspetta di più da voi dal vivo?
KIM & JACKIE – “Emergency”!
KIM – Perché è stato da lì che è iniziato tutto!

E invece qual è la vostra canzone preferita?
KIM – Probabilmente “I Spy”, la cantava Ronnie James Dio sul nostro album “Legacy”.

Se ci fosse qualcuno che non ha mai ascoltato le Girlschool, quale album consigliereste per farvi conoscere?
JACKIE – “Legacy”.
KIM – “Legacy”.
JACKIE – sì, perché come ha detto Kim prima, ci sono tutti gli eroi su quel disco, come: Dio, Twisted Sister!

Passate più tempo in tour o a casa?
KIM – Ai vecchi tempi difficilmente stavamo a casa, ora devo dirti che mi piace stare a casa!

traduzione Connor  
.

 elaborazione video:  Federica Borroni