Angra e Operation: Mindcrime – prog e power infiammano il Live di Trezzo

ANGRA + OPERATION: MINDCRIME + HALCYON WAY + STARBYNARY
live @ Live Club, Trezzo
– martedì 03 aprile 2018 –

 

LIVE REPORT •

Una serata decisamente all’insegna di adrenalina, grazia, energia e tecnica che ha visto come co-headliner due band molto amate e attese dai fans.
Gli Angra che portano sul palco il loro ultimo lavoro “Omni” con una line-up davvero vincente e solida e gli Operation:Mindcrime con la quale Geoff Tate (ex cantante dei Queensryche) sceglie di riproporre l’omonimo e famosissimo terzo album della sua vecchia band che celebra 30 anni dalla sua uscita.
In apertura gli italiani Starbynary e gli americani Halcyon Way.

Starbynary
Sono le 19.00 in punto e ad aprire le danze sono gli italiani Starbynary. Una band che presenta fin da subito un sound che spazia tra il progressive e il power metal. Evidente è l’influenza dei Dream Theater sulla band. Le linee vocali sono cariche e pulite, i suoni di tastiera assolutamente in linea con lo stile e ottima la tecnica da parte dei musicisti, forse un po’ penalizzati dal settaggio dei suoni e dall’acustica del locale, che purtroppo ha reso meno chiaro l’ascolto della band. Molto interessante la tematica dei loro brani di ispirazione dantesca, tratti dal loro secondo disco “Divina Commedia: Inferno”.
Da evidenziare è il giovane batterista Alfonso Mocerino, che ha dimostrato capacità tecniche ottime , precisione e presenza scenica impeccabile.

Setlist

  1. Dawn of Evil
  2. Dark Forest
  3. Seventh Circle
  4. Ulysse’s Journey
  5. Gate of Hell

STARBYNARY lineup:

  • Joe Caggianelli– Vocals
  • Leo Giraldi– Guitars
  • Luigi Accardo– Keyboards
  • Alfonso Mocerino– Drums
  • Sebastiano Zanotto– Bass

{{title}} {{title}}


foto: Federica Borroni

_____________________________________

Halcyon Way
Band di Atlanta che si presenta subito con energia e “voglia di far festa” , coinvolgono il pubblico che apprezza il loro sound ricco di influenze che spaziano dall’heavy, al power, al progressive e talvolta anche al death. Il sound che ne deriva è un mix davvero molto interessante e consistente. Le melodie sono travolgenti e catchy. Tecnica, pulita e precisa la voce del cantante Steve Braun, sempre sorridente e pronto a caricare il pubblico. Purtroppo anche per questa band il sound in sala non è stato al top. Bella la scelta di inserire delle parti in growl all’interno dei cori. I soli di chitarra, accompagnati da una presenza scenica esuberante, sono davvero convincenti.

Setlist:

  1. Intro/Bloody
  2. Eviscerate
  3. Hatred
  4. Save your tears
  5. Blame
  6. Desecration day
  7. 10,000
  8. Home

HALCYON WAY lineup

  •  Steve Braun – Vocals
  • Jon Bodan – Lead Guitars, Death Vocals
  • Max Eve – Rhythm Guitar
  • Skyler Moore – Bass, Death Vocals
  • Aaron Baumoel – Drums

{{title}} {{title}}


foto: Federica Borroni

_____________________________________

Operation:Mindcrime
Il pubblico è sempre più numeroso, molti i fan di Geoff Tate e dei Queensryche. Emozionante l’inizio di “ I Remember Now”, già dai primi secondi della base del brano il pubblico fa sentire con forza la sua presenza e partecipazione. Sul palco arriva l’attesissimo Geoff Tate, la sua voce inconfondibile travolge tutti i presenti che cantano a gran voce il ritornello di “Revolution Calling” . La voce è perfetta (sembra davvero non siano passati 30 anni), espressiva, travolgente, teatrale, e ripropone insieme alla band l’intero concept album. I fans non smettono di cantare, si avverte qua e là la commozione.
Presenza scenica da parte di tutta la band davvero fantastica. Evocativa “Suite Sister Mary” in cui sul palco sale la figlia di Geoff, Emily Tate, per reinterpretare le parti che nel disco sono state incise da Pamela Moore. Tra tutti i musicisti apporto significativo è data dalla presenza del polistrumentista Bruno Sa che con maestria passa dalle tastiere alla chitarra (e che ritroveremo anche insieme agli Angra). Il set si chiude con l’ultima traccia di “Operation: Mindcrime”, “Eyes of a Stranger” per il gran finale.

Setlist

  1. I Remember Now
  2. Anarchy X
  3. Revolution Calling
  4. Operation: Mindcrime
  5. Speak
  6. Spreading The Disease
  7. The Mission
  8. Suite Sister Mary
  9. The Needle Lies
  10. Electric Requiem
  11. Breaking The Silence
  12. I Don’t Believe In Love
  13. Waiting For 22
  14. My Empty Room
  15. Eyes Of A Stranger

OPERATION:MINDCRIME lineup

  • Geoff Tate– Vocals
  • Scott Moughton– Guitars
  • Kieran Robertson– Guitars
  • Bruno Sa– Keyboards / Guitar
  • Jack Ross– Bass
  • Josh Watts– Drums

{{title}} {{title}}


foto: Federica Borroni

_____________________________________

Angra
La presenza del pubblico rimane consistente, le luci si abbassano e il pubblico è pronto. Sul palco sale la band carioca con alla voce Fabio Lione. Già dalle primissime note di “Travelers of Time” si viene catapultati in un sound maestoso, epico e in cui le peculiarità del power metal si fanno sentire. La line up della band è davvero solida, le parti di chitarra sono davvero al top, Marcelo Bertosa e Rafael Bittencourt mettono in mostra tutte le loro capacità in modo impeccabile. Ritmi incalzanti e sostenuti con precisione dal giovane batterista Bruno Valverde che ci regala inoltre un bellissimo solo di batteria. Il frontman e tenore italiano Fabio Lioni, (riuscito ad arrivare tra l’altro solo poco prima dello show) fa una performance precisa, tecnica, teatrale, con un’interpretazione fantastica dei brani. Tra una pausa e l’altra interagisce con il pubblico in modo amichevole e molto rilassato. Nella scaletta molti i brani tratti dall’ultimo lavoro “Omni”; da evidenziare sono i brani “Insania” (che Fabio ci fa notare essere anche il nome di un vino prodotto da Geoff Tate) e “War horns”, particolarmente apprezzati dal pubblico. Sul finire del concerto Rafael viene lasciato sul palco e ci fa assaporare un set acustico di “Rebirth” e “Carry on” davvero evocativo e emozionante. Lo show si conclude con un gran finale.

Setlist:

  1. Travelers of Time
  2. Nothing to Say
  3. Angels and Demons
  4. Newborn Me
  5. War Horns
  6. Acid Rain
  7. Final Light
  8. Insania
  9. Drum Solo
  10. Lisbon
  11. Magic Mirror
  12. Gentle Change
  13. Rebirth
  14. Carry On / Nova Era

ANGRA lineup:

  • Rafael Bittencourt– Guitars
  • Felipe Andreoli– Bass
  • Fabio Lione– Vocals
  • Bruno Valverde– Drums
  • Marcelo Barbosa– Guitar
  • Bruno Sa– Keyboards
{{title}} {{title}}

foto: Federica Borroni