DORO – LUNGA VITA ALLA REGINA!

DORO + NULLDB
live @ Circolo Colony, Brescia
– lunedì 4 dicembre 2017

 

LIVE REPORT •

Spesso l’importanza delle presenze femminili all’interno della scena Metal viene sottovalutata in modo non indifferente, nonostante sin dagli albori della nostra musica preferita non siano mai mancate delle figure in grado di emozionare non poco grazie alla propria arte e alla propria presenza. La bionda e bellissima Doro Pesch è proprio una di queste figure, una delle più importanti oseremmo dire, soprattutto se si parla di quelle sonorità tipicamente anni 80’ tanto care a molti metallari che non si sono dimenticati di fare i compiti durante la propria formazione musicale. In Italia è sempre stato piuttosto difficile assistere a un suo concerto, ricordiamo ad esempio la data annullata che si sarebbe dovuta tenere ai Magazzini Generali qualcosa come sei o sette anni fa; per fortuna questo freddo inizio di dicembre la fortuna è girata dalla parte giusta e buona parte degli estimatori della storica frontwoman dei Warlock sono qui al Circolo Colony in trepidante attesa, nonostante l’affluenza non sia esattamente la più degna di nota che abbiamo potuto vedere ma d’altronde, si sa, è lunedì sera e ultimamente di eventi ce ne son stati anche troppi. Purtroppo non saranno solo rose e fiori sta sera, ma questi ultimi fortunatamente non mancheranno. Buona lettura!

NULL DB
Ci sono dei casi in cui l’accostamento delle band risulta un po’ difficile da comprendere, i qui presenti Null Db, ad esempio, sono una band alquanto sconosciuta dedita a una sorta di Metal che mescola modernità e old school, senza però riuscire a trovare una propria identità degna di ricevere chissà quale attenzione. Per chi non li conoscesse, come noi, è stato pure piuttosto difficile ottenere qualche info in merito per varie ragioni come, per citarne una, il fatto che la loro pagina Facebook è scritta interamente in tedesco. Ci limitiamo a dire che il loro show, pur non mancando di qualche guizzo interessante, risulta piuttosto anonimo e in parte noioso, con numerose citazioni compositive ed esecutive ai Metallica talvolta azzeccate e talvolta inutili, come la conclusione dell’intero set enfatizzata con l’esecuzione del riff iniziale della nota “Master Of Puppets”, suonato anche leggermente fuori tempo se vogliamo essere puntigliosi. In sostanza non ci sentiamo di consigliarli più di tanto, provate a dargli un ascolto se volete, ma non aspettatevi di avere davanti qualcosa di particolarmente interessante o accattivante. Passiamo oltre.

NULL DB line-up:

  • Franky Kuhnlein – Vocals, Guitars
  • Mischa Matveev – Guitars
  • Matze Hottinger – Bass
  • Fabi Angermuller – Drums
{{title}} {{title}}

foto: Anna Minguzzi

___________________________________________

DORO
Una delle regine del Metal mondiale si appresta a salire sul palco, sulle note della recente “Raise Your Fist”, e appare già chiaro che qualcosa non sta andando esattamente per il verso giusto dal punto di vista vocale: la nostra affascinante frontwoman affermerà infatti poco dopo di avere trentotto di febbre e il raffreddore, e di conseguenza la voce piuttosto affaticata, e tutto ciò può far storcere il naso ad alcuni per una questione puramente di resa live, mentre ad altri può far piacere data la evidente passione che lady Doro continua a manifestare sul palco durante l’intera durata dello show nonostante i suoi problemi. Dal punto di vista della presenza scenica, infatti, siamo di fronte a un chiaro esempio di bellezza femminile e, soprattutto, a qualcuno con una capacità di tenere il palco a dir poco maiuscola, riuscendo a esaltare quasi tutti i presenti in sala come molti diversi altri musicisti vorrebbero essere in grado di fare tutt’ora. Molti dei brani selezionati sono come sempre dei veri e propri classici del periodo Warlock, con giusto un paio di digressioni che non sono certo estranee a chi non conosce gli show della bionda metalhead più famosa d’Europa, come ad esempio la cover di “Breaking the Law” dei Judas Priest o l’inno di Wacken “We Are the Metalheads”; immancabili invece le varie “I Rule The Ruins”, “Fight for Rock”, “Burning the Witches”, la martellante “Earthshaker Rock”, la dolce “Fur Immer” e quant’altro. La fatica di Doro è evidente in molte parti di diverse canzoni, tant’è che alcuni ritornelli vengono cantati un’ottava sotto o, addirittura, vengono affidate alle ugole dei presenti nel pubblico, che nonostante tutto risulta coinvolto durante tutta la durata dello show, apparendo anche evidentemente voglioso di dare supporto alla propria beniamina in un momento di difficoltà. Su “All We Are” tutti saltano come dei matti, e in generale il divertimento non manca, così come la soddisfazione generale nonostante la scaletta evidentemente tagliata e la prova sofferta, però ragazzi… la grinta! Può capitare sicuramente una serata no, ma la passione se c’è la si vede sempre.
A concerto finito il pubblico si congeda così come lei, e chi ha visto più volte Doro dal vivo, come chi vi parla, invita tutti a portare pazienza e magari presenziare a un altro suo concerto alla prima occasione in modo da farsi un’idea di cosa è in grado di fare nei momenti giusti.

Setlist:

  1. Raise Your Fist in the Air
  2. I Rule the Ruins (Warlock cover)
  3. Burning the Witches (Warlock cover)
  4. Fight for Rock (Warlock cover)
  5. Metalracer (Warlock cover)
  6. Without You (Warlock cover)
  7. East Meets West (Warlock cover)
  8. Für Immer (Warlock cover)
  9. Earthshaker Rock (Warlock cover)
  10. Wacken Hymne (We Are the Metalheads) (Skyline cover)
  11. Breaking the Law (Judas Priest cover)
  12. Unholy Love
  13. All We Are (Warlock cover)
  14. Bad Blood
  15. Out Of Control (Warlock cover)

DORO line-up:

  • Doro Pesch – Vocals
  • Luca Princiotta – Guitars
  • Bas Maas – Guitars
  • Nick Douglas – Bass
  • Johnny Dee – Drums
{{title}} {{title}}

foto: Anna Minguzzi