Pestilence – old school death metal al Traffic

PESTILENCE + REBAELLIUN + DISTILLATOR + SUDDEN DEATH
live @ Traffic, Roma
– giovedì 8 febbraio 2018 –

 

 

LIVE REPORT •

 

Evento di grande rilievo per la musica estrema, quello di giovedì 8 febbraio al Traffic di Roma: dopo un periodo di assenza, tornano nella capitale i Pestilence. La band olandese, tra vari split e reunion, ha deciso di rimettersi nuovamente in gioco un paio di anni fa, annunciando per marzo l’uscita del nuovo album “Hadeon”. Un appuntamento imperdibile, quindi, per tutti gli appassionati del genere, pronti a scatenare l’inferno nella location romana.

Sudden Death
Brutali, letali e violenti: questa la formula che anima i Sudden Death, band della provincia di Roma a cui è affidata l’apertura di questa serata.
Echi di Cannibal Corpse e Dying Fetus caratterizzano il sound del quintetto romano, che sicuramente sono uno dei gruppi dell’underground italiano che merita molta attenzione per le sue qualità, Purtroppo, in questo contesto, sono stati penalizzati da un’acustica non proprio al top, che però non ha inficiato la loro ottima performance.

Setlist:

  1. Intro / Blood Wings
  2. The Right To Kill
  3. Cancer Of A World Condamned To Die
  4. Flood The Ground With Their Blood
  5. Dressed By Flesh To Cover The Darkness
  6. Stillborn
  7. Toxic Devourment
  8. Too Dead To Fuck

SUDDEN DEATH lineup:

  • Luis Maggio – Vocals
  • Alessandro “Cucciolo” Di Mitri – Guitar
  • Pietro Sabato – Guitar
  • Daniele Marrocco – Bass
  • Andrea Pro – Drums

{{title}} {{title}}


foto: Edoardo De Michelis

_________________________________________

Distillator
Thrash col botto per i successivi Distillator. Olandesi, giovanissimi e incazzatissimi, i Distillator incarnano alla perfezione lo spirito del thrash primordiale, quello verace della cosiddetta “old school” europea che ha divulgato i propri insegnamenti con band del calibro di Kreator e Destruction.
Un’energia che ha coinvolto tutto il pubblico che, nel frattempo, sta man mano riempiendo il locale. La carica che trasmette il loro frontman Laurens Hovast (meglio conosciuto come Desecrator) è veramente contagiosa e il pogo dilaga senza sosta.
Insomma, questo trio ha lasciato tutti a bocca aperta: bravi Distillator!

Setlist:

  1. Intro / Perceiving Presence
  2. Guerrilla Insurgency
  3. Shiver In Fear
  4. Sunnoning The Malicious
  5. Revolutionary Cells
  6. Swarm Intelligence
  7. Megalomania

DISTILLATOR lineup:

  • Laurens Hovast – Guitar / Vocals
  • Frank Suim – Bass
  • Marco Prij – Drums

{{title}} {{title}}


foto: Edoardo De Michelis

_________________________________________

Rebaelliun
E’ il turno dei brasiliani Rebaelliun, quartetto di Porto Alegre, già in pista da circa vent’anni, anche se hanno fermato la loro attività nei primi anni duemila per poi riprenderla nel 2015. Con tre album all’attivo (più un Ep) hanno portato sul palco il loro death metal che si rifà a grandi linee al sound già proposto da Deicide e Krisium, ma, purtroppo per loro, in negativo. Sì, perché personalmente li ho trovati abbastanza noiosi e ripetitivi ed a tratti anche alquanto inconsistenti. Bocciati.

Setlist:

  1. War Cult Anthem
  2. Spawning the Rebellion
  3. Affronting the Gods
  4. Legion
  5. The Path of the Wolf
  6. The Last Stand
  7. Anarchy (The Hell’s Decrees Manifesto)
  8. The Legacy of Eternal Wrath
  9. At War

REBAELLIUN lineup:

  • Lohy Fabiano – Vocals/Bass
  • Fabiano Penna – Guitars
  • Sandro Moreira – Drums

{{title}} {{title}}


foto: Edoardo De Michelis

_________________________________________

Pestilence
E si arriva al momento tanto atteso dal pubblico capitolino: tocca ai Pestilence! In tanti sono arrivati ora al Traffic per assistere alla loro esibizione, un numero di presenze che sfiora il pienone. Ma la possibilità di poter riascoltare una scaletta improntata sui loro primi quattro album, come annunciato da loro stessi in fase di promozione, era un’occasione da non perdere. Quindi, tutti qui pronti a fomentarsi al ritmo violento dei loro brani, passando da “Malleus Maleficarum” a “Dehytrated”, guidati da un inarrestabile Patrick Mameli, unico
membro originale della storica band olandese, ma che ancora dimostra tutta la sua forza sul palco.E davanti a loro il massacro imperversa in platea: il pubblico, esaltato a mille, sembra essere in preda ad una eccitazione senza limiti. Tecnica, sudore e pogo si fondono e contribuiscono ad aumentare la temperatura in sala a sancire il successo di questa seratona per la quale dobbiamo ringraziare No Sun Music, Time To Kill Records e Nihil Production che, insieme al Traffic, hanno offerto al pubblico romano una pagina di grande metal.

Setlist:

  1. Malleus Maleficarum/Anrtopomorphia
  2. Parricide
  3. Subordinate To The Domination
  4. Commandments
  5. Dehydrated
  6. Chronic Infection
  7. Echoes of Death
  8. The Secrecies Of Horror
  9. Twisted Truth
  10. Land Of Tears
  11. Prophetic Revalations
  12. Presence of The Dead
  13. Mid Reflections
  14. Out Of The Body

PESTILENCE lineup:

  • Patrick Mameli – Lead Guitar/Vocals
  • Santiago Dobles – Lead Guitar
  • Tilen Hudrap – Bass
  • Septimiu Harsan – Drums
{{title}} {{title}}

foto: Edoardo De Michelis