Aeternal – la macchina (non) ha preso coscienza


AETERNAL  – “The Conscious Machine”
• (2017 – Self Produced) •

Che dire? Facciamo una premessa: non mi piace stroncare le band, soprattutto quelle italiane, perché comprendo il sudore e la fatica (spesso anche economica) spesi per la produzione di album, ma allo stesso tempo non sarebbe corretto nei confronti di chi propone prodotti di livello trattare tutti con benevolenza. Nel caso degli Aeternal purtoppo non ci siamo per niente.
La produzione è chiaramente amatoriale, probabilmente domestica e già questo non depone bene a favore di un lavoro che si rivelerà comunque ampiamente insufficiente.
Il duo di Rende (CS), propone un classico melodic death metal vagamente riconducibile ai capostipiti scandinavi del genere, senza riuscire mai a enfatizzarne i punti di forza.
Sette brani di durata mediamente elevata, nei quali si evidenziano grossi deficit esecutivi e compositivi. Drumming assolutamente insufficiente sotto tutti i punti di vista, con una batteria che sembra programmata, e pure abbastanza male. Sulle tastiere preferisco non dilungarmi più di tanto: suoni di scarsa qualità suonati con pressappochismo. Il discorso migliora leggermente con le chitarre, che comunque sia in sede di arrangiamento che di esecuzione non raggiungono la sufficienza,di queste ultime non parlo del suono per non infierire. A livello vocale le parti in scream risultano essere accettabili, ma d’altro canto le clean vocals sono assolutamente deficitarie.
A dirla tutta questo lavoro poteva essere un demo appena sufficiente verso fine anni novanta, ma nel 2017 si pretende ben altro a livello di produzione, anche underground, soprattutto in alcuni generi.
Volendo soffermarsi sulla composizione dei brani, che poi dovrebbe essere la cosa più importante, le cose non migliorano di una virgola. Poche idee, confuse e sempre scontate.
Scusate ma mi fermo qui, in un mercato saturo come oggi, dove è già difficile emergere con ottimi prodotti non ci si può presentare in questa maniera.

VOTO: 3/10

Tracklist:

  1. FETUS – Part. I (Entering The Third Dimension) – Part. II (The Conscious Machine)
  2. MANUS (A Slap And A Caress)
  3. COR (Eternal Illusions)
  4. BULBUS OCULI (Too Much Blind To Can See)
  5. PLICA VOCALIS (Rash Words)
  6. ORGANON AUDITUS (The Silent Noise)
  7. CEREBRUM (The Keeper Of The Lie)

AETERNAL‘s  line up:

  • Alessandro Chiappetta –  Vocals, Guitars, Bass
  • Carmine Filizzola – Drums & Keyboards

.