New Disorder – groove, potenza e melodia


NEW DISORDER – “Deception”
• (2017 – Agoge Records) •

 

Attivi dal 2009 attraverso diversi cambi di formazione, i capitolini New Disorder arrivano a questo “Deception” (dopo svariati tour e due full lenght) via Agoge Records. L’esperienza live della band si sente durante platter regalandoci un alternative metal, che comunque non disdegna soluzioni classiche soprattutto a livello di guita playing. Linee vocali linee vocali riecheggianti degli ultimi Alter Bridge, unite a una vena a cavallo tra il metal-core e sonorità old school permeano il nuovo lavoro della band.
Il maggior punto di forza del gruppo è sicuramente la facile orecchiabilità dei brani, che va di pari passo a un certo “tiro” che non dispiacerà ai più giovani. Un esempio su tutti: la title track “Deception”. Non mancano episodi più tirati come “Judgment Day”, un curioso ibrido tra soluzioni chitarristiche quasi in stile Megadeth anni ’90 e vocalità vagamente assimilabili a qualcosa di System Of A Downiana memoria.
Gruppo maturo da seguire per gli appassionati dei gruppi citati sopra, ma che potrebbe catturare anche l’attenzione di qualche “tradizionalista”.

VOTO: 7/10

Tracklist: 

  1. Deception
  2. Love Kills Anyway
  3. Straight To The Pain
  4. Curtain Call
  5. Never Too Let To Die
  6. (What’s Your Aim) Call It Insanity
  7. Judgment Day
  8. The Beholder
  9. Lost In London
  10. A Senseless Tragedy

NEW DISORDER’s lineup:

  • Francesco Lattes – Vocals
  • Alessandro Cavalli – Guitars
  • Luca Mancini – Drums
  • Ivano Adamo – Bass/Vocals
  • Andrea Augeri – Guitars

.