SLEEPING ROMANCE – UN VIAGGIO NELLE EMOZIONI


SLEEPING ROMANCE – Alba
• (2017 – Napalm Records) •

 

Dopo ben quattro anni dalla pubblicazione del full-length di debutto “Enlighten”, gli Sleeping Romance tornano a far parlare di sé con “Alba”, un concept album davvero emozionante. Dopo un cambiamento di etichetta davvero importante, troviamo una maturazione nei suoni e nelle voci, senza mai snaturare lo stile che contraddistingue la band da sempre. Un abile songwriting fa di ogni traccia un piccolo viaggio nelle emozioni più profonde, sapientemente accompagnati dalle melodie orchestrali e dalle potenti chitarre e linee di basso, accompagnate da una sferzante batteria. Il susseguirsi delle canzoni ci porta a viaggiare con la protagonista dell’album, Alba appunto, ed a “crescere” con lei attraversando molti ostacoli e difficoltà, un po’ come nella vita bisogna lottare per andare avanti e raggiungere ciò che si vuole ottenere. Ma passiamo ora ad analizzare questo nuovo lavoro traccia per traccia. L’album inizia con “Twilight” un’ouverture orchestrale molto incisiva, un crescendo che culmina in un coro di voci liriche e chitarre sferzanti, terminando con dei rintocchi di campane. Subito dopo, “Where The Light Is Bleeding” ci colpisce con i suoi giochi di chitarre e basso, orchestrazioni e pianoforte, un canzone davvero emozionante. Si passa poi a “Lost In My Eyes”, più potente della precedente, che presenta delle belle linee di basso e chitarra ed un ritornello molto orecchiabile. Con “Touch The Sun” abbiamo un mix tra potenza musicale e dolcezza vocale, ogni momento della canzone è perfettamente “recitato” dalla bellissima voce. “Forgiveness” è un pezzo che presenta delle complessità in più, e che ci fa capire quanto gli Sleeping Romance abbiano voglia di mettersi in gioco, una canzone che spicca sicuramente all’interno dell’album per l’alternarsi di pezzi lenti ad altri più potenti e veloci. Con “My Temptation” ancora una volta veniamo colpiti dalla dolcezza della voce in contrapposizione con i più pesanti riff di chitarra e basso sapientemente accompagnati dalla batteria, anche questo pezzo molto orecchiabile e sicuramente da ricordare. “Across The Sea” è una ballad molto struggente ed emozionante, che si conclude con un piacevole suono di onde che si infrangono sulla spiaggia, dove ancora una volta veniamo colpiti dalla dolcezza e dal calore della voce sapientemente “incorniciati” da una stupenda orchestrazione. Con “Everything Behind” e “Through The Looking Glass” ritroviamo chitarre sferzanti, forse le canzoni più veloci dell’album che spiccano anche grazie ai ritornelli orecchiabili e facilmente ricordabili. La title track, “Alba”, è la canzone più lunga dell’album e questo fa sì che sia anche la più varia musicalmente, presenta inoltre un coro lirico in italiano molto accattivante e particolare. L’album si conclude con “Daylight”, un’outro lenta molto toccante che ci fa sentire quasi come alla fine di un percorso ricco di ostacoli ma conclusosi in maniera ottimale. Che dire, un album che ha ottime prospettive e che sicuramente non deluderà chi ancora non conosce la band, e nemmeno chi già la apprezza. Qualche richiamo a band come Xandria o Delain in alcuni brani non fa però degli Sleeping Romance una “copia” in quanto i Nostri riescono comunque sempre a dare il loro personale tocco di originalità ad ogni singolo lavoro. Un album che porta gli ascoltatori ad affrontare il viaggio pieno di avversità insieme ad Alba, percorrendo con lei le mille emozioni che ogni canzone vuole trasmettere. Gli Sleeping Romance hanno colto nel segno e faranno parlare di sé, davvero un buon lavoro da cui partire per spiccare nel mondo del Symphonic Metal.

VOTO: 8/10

Tracklist:

  1. Ouverture – Twilight
  2. Where The Light Is Bleeding
  3. Lost In My Eyes
  4. Touch The Sun
  5. Forgiveness
  6. My Temptation
  7. Across The Sea
  8. Everything Behind
  9. Through The Looking Glass
  10. Alba
  11. Underture – Daylight

SLEEPING ROMANCE Line-Up: 

  • Federica Lanna – Vocals
  • Federico Truzzi – Guitar, Orchestra
  • Fabrizio Incao – Guitar
  • Lorenzo Costi – Bass
  • Francesco Zanarelli – Drums

.